Chiesa Ognissanti a Mels

L'attuale chiesa è stata ricostruita dopo il terremoto: al suo interno sono comunque ricoverate opere d'arte in precedenza appartenenti alla chiesa distrutta. La nuova chiesa di Mels è stata realizzata su progetto del 1976 dell'architetto Ezio Caffi di Bergamo: il progetto è uno dei primi interventi con cui si è avviata la ricostruzione del Friuli. Il moderno edificio di culto propone anche un interessante ciclo di vetrate dell'artista Ricardi di Netro.

Chiesetta di San Zenone ad Entesano

Chiesa dedicata a Santa Maria e San Zenone, documentata fin dal 1275. 

I lavori di restauro realizzati dopo il 1976 della Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia hanno riguardato l'adeguamento antisismico dell'edificio, il restauro degli intonaci e degli affreschi emersi durante il restauro. 

Chiesetta di San Giorgio a Melesons 

Le prime notizie riguardanti la piccola borgata di Melesons, situata tra Mels e Pers, risalgono a due documenti del Tredicesimo secolo.

Numerosi restauri vennero fatti durante il Seicento ed il Settecento. L'altare, in pietra, venne eretto negli anni 1761-1762 ad opera di Lorenzo Stefanutto di Gemona. Anche la pala che rappresenta San Giorgio, che uccide il dragone per difendere una principessa, fu eseguita nel 1762 dal pittore Francesco Cucchiaro di Udine. 

L'Orcolat fece crollare la chiesetta. Gli abitanti del borgo di Melesons, insieme a Don Leopoldo Ermacora, però, non si scoraggiarono d'animo e la chiesetta venne ricostruita in due lotti. La Madonnina in gesso, recuperata dalle macerie del terremoto, venne aggiustata da Lauro Snaidero e Luciano Noro e portata a colorare da Don Leopoldo.

La campana, che non ha dovuto essere sostituita, è stata fusa nel 1840 da Giuseppe Serafini di Udine e porta la nota del “sol” calante.

Il 25 maggio 2001 venne inaugurata la nuova chiesetta, ed attualmente l'anniversario della consacrazione si celebra la prima domenica di maggio.